Non cambi mai, non cambi mai…

Dopo tutta la pantomima in cui i tre dissidenti ex-udeur, ma anche parte del PD, si sono lamentati dello scarso coinvolgimento nelle decisioni e nella formulazione delle delibere, ieri pomeriggio sono state consegnate le convocazioni per il Consiglio Comunale. Di domani.

Argomenti all’ordine del giorno sono :

  • Adozione del Piano del Traffico
  • Adozione del Piano per la Mobilità Ciclistica

Una delle più importanti novità introdotte dal piano sembra sia rendere il territorio stradale del comune di Sava una “zona-30”: cioè una zona in cui il limite di velocità è ovunque di 30km/h e i pedoni e le biciclette hanno sempre la precedenza sulle autovetture.

Saranno contenti in una certa associazione di mia conoscenza….

Aggiornamento del 22 ottobre: il consiglio è stato rinviato per mancanza del numero legale, mancavano infatti tre consiglieri di maggioranza. L’opposizione, inferocita per la subitanea convocazione e per non aver avuto “le carte” a disposizione se non all’ultimo momento, ha abbandonato l’aula non consentendo quindi l’approvazione dei provvedimenti.

3 pensieri riguardo “Non cambi mai, non cambi mai…”

  1. BENE! così il già ingolfato traffico del centro di Sava diventerà ancora peggio! manco fossimo a Ferrara…
    Questo Sindaco continua ad occuparsi di molte cose ma delle quali, nel 99% dei casi, al cittadino “non gliè pò fregà de meno”!
    Abbiamo una bella associazione a Sava,come del resto tanta gente che già va in bici e non penso abbia problemi con le auto, (eccezion fatta per qualche scalmanato che prende le strade di Sava per il Maranello)…

  2. L’associazione infatti non ha gran problemi con le auto almeno non quanto ne abbia il savese stesso con le proprie abitudini. C’è gente che pur abitando a a tre isolati di distanza prende l’auto per andare in piazza. Sopporta quarti d’ora di sbattimento alla ricerca di un parcheggio che poi spesso risolve sulle strisce pedonali o sulle aree riservate ai portatori di handicap. Per non parlare della stanchezza che pervade poi bimbi sempre più grassi che volentieri si fanno accompagnare a scuola da madri e padri che “per carità…è un pericolo attraversare la strada con tutte quelle auto….” Il serpente che si morde la coda…
    Serve a qualcosa la zona 30? A poco…e mi torna in mente un detto siciliano che recita “u nuddu, miscato cu u nenti”. Chiacchiere, solo chiacchiere: ci si indigna non perchè la qualità della vita di questo SPETTACOLARE paese è chiaramente pragonabile a quello di una società
    ferina ed incosciente ma perchè cacchio sull’asfalto ci voglio andare come sulla playstation! Amen

  3. tutto quello che dici è vero:
    io abito vicino alla scuola Gigante: ogni mattina, orde di mamme inferocite mi parcheggiano le macchine anche sul tavolo di casa mia, qualcuna anche nel bagno…e vabbè fin qui sopporterei pure in difesa di quei poveri bimbi che non possono prendere freddo andando a scuola a piedi…
    ma MI INALBERO quando mi rendo conto che, la più lontana di queste mamme, abita A 100 METRI DALLA SCUOLA!
    La colpa comunque io la do in questo caso anche e soprattutto ai vigili urbani, perchè dovrebbero essere loro a vigilare affinchè sia rispettato il divieto di transito davanti alla scuola (che già c’è ed esiste da decenni senza creare la zona – 30….) e toccherebbe a loro vigilare affinchè in piazza non si creino file interminabili di auto in coda perchè una giovane donna svampita ha lasciato la macchina in mezzo a via del Prete “per comprare il pane”…..
    MA SUI VIGILI CHI VIGILA???

Rispondi a al Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...