Dalla nostra inviata nella città proibita

Riceviamo e volentieri pubblichiamo: “il paretone cinese non è tutto ‘sto granché”

Annunci

2 pensieri riguardo “Dalla nostra inviata nella città proibita”

  1. Se l’imperatore cinese ha costruito la grande muraglia che non ha entusiasmato la nostra inviata, il re Berlusconi costriurà la grande muraglia italiana che partirà da Arcore fino a Palazzo Ghig. Infatti il re ha dichiarato ” Data la crescente immigrazione in Italia di cinesi, ho a lungo pensato a come far integrare questo popolo. Siamo reduci dal progetto, conclusosi con un trionfo, del ponte sullo stretto. L’Italia, seppur gravata dalle pesanti eredità del precedente governo, grazie ai miei tre mesi di governo, ha raggiunto un PIL pro capite pari a quello del Regno Unito, e col tesoretto costruiremo una grande infrastruttua. Un impegno concreto: una Muraglia italiana!” Poi dite che Berlusconi pensa solo alle televisioni.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...