Serietà, innanzitutto /2

fascisti-a-roma.jpg

«Quello che ha detto il Sindaco di Parigi su di me è falso, offensivo e intollerabile». Gianni Alemanno risponde con durezza alla polemica innescata stamane dal primo cittadino della capitale francese, Bertrand Delanoe, che ha dichiarato: «Difficilmente potrò avere gli stessi buoni rapporti che avevo con Veltroni anche con l’attuale sindaco Gianni Alemanno, un sindaco che ha fatto il suo esordio in Campidoglio accolto dai saluti fascisti».

(corriere.it)

7 pensieri riguardo “Serietà, innanzitutto /2”

  1. Non penso che sia stato Alemanno ad organizzare “il suo esordio in Campidoglio accolto dai saluti fascisti”.
    Ma sto sindaco di Parigi può anche farsi i fatti propri e comunque giudicare il Sindaco di Roma, città gemellata con Parigi, solo su questo aspetto (per me irrilevante perchè non voluto) e non sulle azioni amministrative , mi sembra molto puerile.
    Il 25 Aprile festa di T U T T I gli italiani deve essere un momento di concordia e non bisogna farsi strumentalizzare dal Sindaco di Parigi, che ha perso l’occasione per non dire scemenze.
    Non è più tempo di pensare al saluto romano e al pugno chiuso.

  2. Ma tra saluto romano e pugno chiuso c’è una bella differenza. Il primo evoca solo prevaricazione e odio; il secondo insegue un sogno di uguaglianza.

  3. “il secondo (il pugno chiuso) insegue un sogno di uguaglianza”.
    E’ l’aspetto positivo che, chi è in buona fede come te Argo, vede nel saluto a pugno chiuso.
    Da una ricerca trovo alcune considerazioni di Messori <>
    A Mosca tutt’ora il popolo comunista russo, ormai ridotto a una minoranza di vecchi nostalgici e di pochi giovani indottrinati, durante gli anniversari saluta a pugno chiuso. Ci va anche Diliberto a queste manifestazioni .
    Allora quando si radunano i nostalgici fascisti e fanno il saluto romano (da condannare) si scatena il putiferio, e la sinistra moralista lo taccia come “apologia di regime”. Ma quando a radunarsi sono i comunisti, bisogna guardare e digerire in silenzio, perché, “la rivoluzione russa ha liberato le masse operaie e contadine, rendendole protagoniste della loro storia e dando loro, in pratica, la dignità che gli mancava”. Non c’è dubbio che sia un bel guadagno in dignità per un popolo venir tiranneggiato per decenni con l’uso sistematico del terrore!
    Che il saluto con il pugno chiuso equivalga a quello con il braccio teso è stato cassato anche dalla commissione disciplinare della lega calcio con un‘ammenda di diecimila euro a Riccardo Zampagna, centravanti del Messina (pugno chiuso), come a Di Canio, laziale, (mano alzata) con identica motivazione: non è concesso a un calciatore evocare «qualsiasi tipo di ideologia e/o appartenenza politica con gesti plateali, potenzialmente idonei a provocare atteggiamenti violenti da parte delle tifoserie».
    Buon 25 Apiile a TUTTI!!!!

  4. Riporto le considerazioni di Messori non riportate nel precedente post e di cui non me ne ero accorto; chiedo scusa.
    “quel gesto fu adottato dal marxismo, ma non fu questo a crearlo. Viene infatti da lontano, da molto lontano.
    Era ben conosciuto dalla cultura classica, come simbolo di Prometeo che, in nome dell’uomo, si ribellò agli dei. Ma per tutte le culture antiche, non soltanto per quella greco-romana, fu un gesto da guardare con orrore: infatti, il pugno levato in alto, a minacciare il Cielo, era il simbolo della lotta blasfema dell’uomo contro Dio. . Se il marxismo adottò come suo quel saluto è proprio per indicare il suo ateismo volontaristico: Dio non deve esistere e se c’è, bisogna fucilarlo, perché l’uomo sia libero.”

  5. Essù, il punto non è chi è meglio e chi è peggio… o la fenomenologia dle braccio alzato. il punto è se si possa deifnire “falso, offensivo e intollerabile” quello che è invece documentato da centinaia di foto riprese da giornali e tv di tutto il mondo. persino qui ne avevamo parlato…
    poi c’è chi può ritenere inutile “guardare al passato” come nonno franco, e c’è chi come me vede con preoccupazione simili rigurgiti fascisti in una società dove non c’è attenzione per il diverso, e il debole in generale.
    ma il punto non era questo, ripeto.

    si, lo so che anche lenin… 🙂

  6. Corrado, tu hai ragione perchè spesso nei commenti ai tuoi interventi postati in home page si esce fuori tema. Quel saluto di benvenuto al neo sindaco di Roma è quanto di più inquietante ci possa essere: forse ha ragione Alemanno nel dire che lui non ha risposto col braccio teso (doveva essere cacciato un minuto dopo, se solo ci fosse stata una prova visiva) però è stato molto blando e accondiscendente con quelli che esponevano le manine romane (sotto sotto se la rideva e godeva pure).

    E torniamo al punto. Qui Nonno Franco spesso spariglia le carte. Tu esponi una tesi e lui, con la tattica del bastian contrario, te la ribalta citando illustri intellettuali della sua parte. Dall’ ultracattolico e integralista Messori, “francamente”, non ci si può aspettare l’apologia del pugno chiuso. Addirittura vuol fare passare il concetto di “orrore” solo perchè nelle culture antiche si credeva che, agitando il pugno chiuso, veniva commesso un atto di violenza contro dio.

    Diciamocelo chiaramente. L’Italia non è mai uscita dal dopoguerra, non si è mai pacificata. Non c’è stata mai una purga di intere flotte clerico-fasciste, responsabili dello sfacelo di quegli anni. Hanno sempre agito come cellule dormienti, pronte a ridestarsi non appena l’humus avrebbe consentito loro una nuova ribalta.

    E la prova l’abbiamo nei giorni nostri. Tutti questi distinguo, queste mezze frasi dette per convenienza sono solo ipocrisia allo stato puro. Berlusconi, Alemanno, Gasparri sarebbero stati dei “resistenti” ? No. La Russa ? Men che mai. Cosa vuol dire “Bisogna avere pietà anche dei repubblichini” ? Nessuna pietà: lottarono contro e uccisero i loro fratelli italiani, a liberazione avvenuta. Non servono leggi di equiparazione, non hanno senso e sono pericolose. La Storia ha dimostrato ampiamente chi stava dalla parte della libertà.

  7. L’incipit di Corrado interessa Alemanno e le considerazioni del Sindaco di Parigi Bertrand Delanoe. E’vero. Ma può essere motivo di discussione, che, mi pare sia pertinente proprio nella giornata odierna. Non voglio fare il bastian contrario, ma, a cosa ci può portare “Non servono leggi di equiparazione, non hanno senso e sono pericolose. La Storia ha dimostrato ampiamente chi stava dalla parte della libertà”?? all’eterno odio.
    Berlusconi, Alemanno, Gasparri, La Russa non possono essere stati “resistenti” , forse perché ideologicamente non affini , ma sicuramente perchè troppo giovani.
    Gli uomini della resistenza non possono essere individuabili esclusivamente nella sinistra. Alla Resistenza hanno partecipato uomini cattolici, futuri liberali, democristiani ecc. che hanno governato gli Italiani con saggezza e con grande senso della democrazia.
    Non si può, però, tralasciare la circostanza che molti “generali” della Resistenza avessero si l’intento di liberare l’Italia dal nazismo e dal fascismo, ma forse per condurci tra le braccia di un altro regime assolutista, quello sovietico.
    Da giovane militante democristiano (16/17 anni) mi ponevo alcune domande, allorchè il 1° Maggio(festa dei lavoratori ) veniva celebrato con cortei, carri e comizi solo dalla “camera rossa”, nonostante esistesse già la CISL e la UIL. Mi chiedevo, forse ingenuamente, come mai tale festa fosse prerogativa solo dei komunisti; ma gli altri non erano lavoratori? o solo loro (i komunisti) si sentivano appartenere alla categoria dei lavoratori e tutti gli altri (la stragrande maggioranza) erano gli avversari degli stessi?
    Bene adesso finalmente si è capito che tali feste ed anniversari sono patrimonio di TUTTI gli italiani, non solo come giornate non lavorative, ma come pregne di significato politico e sociale.
    Ho l’impressione, però, che da qualche parte, ci sia un pò di rammarico e gelosia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...