C’era una volta la Sardegna

Soru lo rimpiangeranno.

Oggi è stata infatti approvata dal consiglio regionale la violazione di quello che fino a questo momento era stato sempre considerato sacro: sulla fascia costiera dei 300 metri dal mare da domani si potrà costruire, ampliando le case già presenti di una percentuale oscillante tra il 10 e il 30% a seconda dei casi. Tutto quello che si trova entro questa fascia potrà ingrandirsi, comprese le seconde case, che sono poi la maggioranza degli immobili interessati. Grazie al PdL, le già numerose speculazioni edilizie si amplieranno fino a un terzo della loro cubatura attuale, e lo faranno praticamente sulla spiaggia.

Annunci

7 pensieri riguardo “C’era una volta la Sardegna”

  1. se invece continuiamo col decreto salvacoste finiamo che ci mangiamo fra di noi dalla POVERTA’ CHE C’E!!!!! O CI MANGIAMO LE CAPRE… …

    1. perché, il cemento si mangia? e per quanto ancora potrà durare, poi? non sarebbe meglio valorizzare quello che c’è e fare in modo che duri, piuttosto? contenti voi…

  2. riguardo al cemento e al salva costa ci sono 144444444….milioni di metodi per rivalorizzare le nostre coste, con metodi e tecnologie innovativi, senza cemento, con metodi naturali, pannellli fotovoltaici, e far costruire ad architetti, ed ingegniri, non certamnete a geometri!!!!!
    E NON BLOCCARE L’EDILIZIA CHE E’ IL MOTORE DELL’ECONOMIA….NON E MARASMA CULTURALE…..MA PIUTTOSTO LA REALTA DELLE COSE NON CAMUFFATE DAI VOI….O DAI MASS MEDIA!!!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...