Acqua…

Non sono riuscito a trovare il testo integrale del DL Ronchi (il famigerato decreto che “privatizza l’acqua”) ma ne ho letto il riassunto sul sito della Camera, e i commenti sul sito lavoce.info citati anche da Wittgenstein: in pratica vengono vietati gli affidamenti diretti senza gara d’appalto,  prima possibili verso aziende a capitale totalmente pubblico (“affidamenti in-house”)

Il decreto infatti stabilisce che anche in questi casi debba essere ora indetta gara d’appalto, tranne che per le società miste in cui il privato possegga almeno il 40% del capitale. Sembra un controsenso, ma in realtà la scelta del partner privato in queste società miste viene già effettuata tramite gara, e quindi la selezione è avvenuta già a monte, diciamo.

Insomma, il decreto “privatizzazione dell’acqua” (che privatizzazione a questo punto non è) non sembra giustificare la tragedia lamentata dalle opposizioni, Di Pietro in testa.

Annunci