Bastone e carota

Wittgenstein cita l’impagabile Feltri, il quale, rispondendo ad una lettrice, candidamente ammette che su Boffo il suo giornale ha detto il falso. Non che sia una novità

La ricostruzione dei fatti descritti nella nota, oggi posso dire, non corrisponde al contenuto degli atti processuali.

si trattava di una bagattella e non di uno scandalo. Infatti, da quelle carte, Dino Boffo non risulta implicato in vicende omosessuali, tantomeno si parla di omosessuale attenzionato. Questa è la verità.

E aggiunge:

Inoltre Boffo ha saputo aspettare, nonostante tutto quello che è stato detto e scritto, tenendo un atteggiamento sobrio e dignitoso che non può che suscitare ammirazione.

I segnali sono ormai tanti, e univoci: come facilmente previsto il Cav. corre a ri-ingraziarsi le gerarchie cattoliche.

Annunci