Non se ne capisce più la dritta

Su Manduriaoggi, a proposito della recente riunione tenutasi in prefettura, la posizione del comune di Sava viene allineata a quelle dei comuni contrari allo scarico a mare previsto dall’attuale progettazione.

Il Comune di Sava, rappresentato dall’assessore Ivano Decataldo, ha fatto notare la necessità di avere al più presto il depuratore, ma ha anche espresso la propria comprensione verso le preoccupazioni dei comuni che si estendono sino alla costa e che traggono dal turismo una fetta consistente di risorse della propria economia.
A favore del progetto, così come è stato firmato, restano quindi solo la Regione Puglia (rappresentata dall’assessore alle Opere Pubbliche Amati) e l’Acquedotto Pugliese (rappresentato dai tecnici De Risi e Andriani e dal direttore della sede di Taranto Salinari).

Assessore, ci illumini…

Aggiornamento: sul sito del Comitato di Salute Pubblica c’è un resoconto dell’incontro, ma non chiarisce un punto secondo me importante, almeno politicamente: la posizione ufficiale del Comune di Sava.
Favorevole o contrario?

Annunci

4 pensieri riguardo “Non se ne capisce più la dritta”

  1. beh, io dubito con tutte le mie forze che il comune di sava sia contrario… perché mai dovrebbe?? ma a questo punto l’aspetto è marginale… sava è solo una delle voci coinvolte

  2. a proposito Corrà, che ne pensi del freschissimo siluramento di Vendola?
    bello, bello, bello… ahhhh, come si sa suicidare bene il PD pugliese: il csx pugliese si spaccherà in due e la regione andrà al PdL, ovviamente perderemo anche Bari, perché i baresi non sono fessi e saranno delusi dalla scelta di togliere il sindaco che hanno votato…
    beh penso che tutto sommato la Puglia sia il conto da pagare al berlusca per l’inciucio…
    D’Alema, vaffa…

  3. Chiarisco subito che il Comune di Sava non può che essere a favore del progetto, è chiaro però che il riuso delle acque è una priorità non solo per il nostro futuro depuratore, fermo restando che l’aspetto dell’impianto di affinamento dovrà essere contestualizzato nella modularità vincolata alla condotta sottomarina, elemento quest’ultimo imprescindibile. Penso che le preoccupazioni delle comunità vicine siano legittime e comprensibili nell’interesse del territorio. L’emergenza comunque non può essere sottovalutata o messa in secondo piano. Quello che mi preoccupa è ben altro ….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...