Sudditi

Ancora una volta, la volontà espressa chiaramente dai cittadini attraverso i referendum viene completamente ribaltata. A memoria era successo già con l’abolizione del finanziamento pubblico ai partiti, con l’abolizione del ministero dell’agricoltura, ora anche col nucleare.

Pochi giorni fa, è stato reso noto un documento parlamentare che chiarisce la tempistica e le scadenze per la reintroduzione della produzione di energia nucleare in Italia.

Con un decreto legislativo il governo oggi si appresta a rovesciare la scelta compiuta dagli elettori italiani 23 anni fa. Violando non solo il senso di quel voto (il plebiscitario “no al nucleare”), ma anche l’esito strettamente giuridico di quel referendum.

Aborto e divorzio sono avvertiti.

(Alessandro Tauro)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...