A Manduria, intanto

E’ iniziata la resa dei conti nel PD.

Gregorio Di Noi, vicesindaco per tre legislature e ottimo assessore ai lavori pubblici, parla di sconfitta annunciata:

«Il primo (segnale) è stato la fine anticipata della consigliatura; se un Consiglio si autoscioglie per mandare a casa un sindaco, è perché ci sono problemi insormontabili. Altri segnali li abbiamo avuti subito dopo, prima delle candidature quando sette ex consiglieri del Pd firmarono il documento in cui si chiedeva al partito di trovare un altro nome che non fosse quello di Massaro. Infine il fallimento dell’alleanza delle sinistre: se i partiti dell’area centrosinistra non si coalizzano sul nome proposto, così come è avvenuto, un motivo di sarà».

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...