Ce la siamo meritata, la Bonino

Mercoledì scorso, a 48 ore dalla chiusura di una delle campagne elettorali più incerte e polemiche degli ultimi tempi, la mia signora passeggiava con la sua scolaresca in gita per le strade di Torino. All’improvviso si è imbattuta in un comizio, e per quella vocazione alla condivisione della sofferenza tipica di chi per qualche motivo si considera di sinistra, mi ha chiamato per farmi sentire la voce del comiziante. Non era Cota che si radicava nel territorio, e non era neanche la Bresso che sradicava Cota  dal territorio. Era Emma Bonino, che in quel cruciale momento e con le responsabilità che una gran parte di elettorato di una regione diversa dal Piemonte le aveva dato candidandola, si giocava le sue ultime chance di radicamento nel Lazio facendo campagna elettorale per la lista Bonino Pannella in Piemonte. Di mercoledì. Ecco, quando perdi per 70mila voti sei inevitabilmente portato a pensare che battendo qualche piazza in più si sarebbero potute cambiare le sorti di queste sventurate elezioni. Purché le piazze fossero nel Lazio e l’obiettivo fosse la vittoria di una coalizione e non la sopravvivenza di una lista.

(Zoro, via Guia)

Annunci

10 pensieri riguardo “Ce la siamo meritata, la Bonino”

  1. questa volta non sono d’accordo. avrebbe perso perché mercoledì era a fare un comizio a torino? non credi che abbia pesato di più il cardinale che lo stesso giorno ha ammonito di votare “contro l’aborto”? o magari pure la diffidenza di certa vetero-sinistra nei confronti di una liberale vera? la verità è che snobbiamo gli elettori di b., ma poi non vi basta che una sia brava, volete pure voi il “racconto”

  2. se avesse fatto outing vi sarebbe riuscito un secondo “effetto VENDOLA”(corruzzione compresa ) ma cosi’ nn e stato …tanto valeva tenersi il…… buon MARRAZZO !!!!!!!!!!!

  3. ma vuoi mettere un compagno ….nn c’e’ ne per nessuno poi aprono le fabbriche di EMMA ,i circoli,la societa’ civile ,i vari circoli arci ….,un movimento che in puglia ha portato TEDESCO al parlamento e FRISULLO in galera ….per adesso !

  4. Quelli sono stati incidenti di percorso, che succedono in tutte le migliori famiglie. Il bello viene adesso. Se il governo centrale non taglia i viveri, la Puglia ha buone prospettive secondo me.

  5. la domanda e’ questa ….siccome i viveri verranno taglaiti sapra’ il governo vendoliano tagliare le clientele ed essere impermeabbile alla corruzzione nella sanita’ e nn solo ? la risposta al momento e no e anche l’inizio della nuova legislatura nn lascia pensare a nulla di buono …nn credi ?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...