In estrema sintesi

Un riassuntino del video di Fini

«Dunque, io sono un cretino che si fa raggirare da un semicognato mascalzone.

Il mio alleato invece è un farabutto che tiene i capitali nei paradisi fiscali per non pagare le tasse, fabbrica dossier su chi non è d’accordo con lui e manda in giro per il mondo barbe finte pagate con i soldi dei contribuenti per fottermi.

Quindi, insieme, governiamo l’Italia per altri due anni e mezzo».

(Piovono rane)

Annunci

Come stiamo messi

Napoli sotto immondizia, Parlamento blocca indagine camorra, debito altissimo/crescita infima. E noi? Aspettiamo un video su un appartamento

(dal twitter di Beppe Severgnini)

C’è qualcuno in ascolto?

Un giorno qualcuno si dovrà occupare dell’ufficio tributi, che ogni anno notifica cartelle esattoriali per gli stessi tributi, spesso non dovuti.

Quest’anno poi il colpo di genio è stato notificarle al 20 di luglio, così che il tempo reale disponibile per chiarire la propria posizione verso l’ufficio è stato in realtà di un solo mese, visto che nel mese di agosto non lavora nemmeno Gianfranco, quello dei “quazetti” – figuriamoci i consulenti e i patronati.

In questi giorni scadono quindi i 60 giorni per produrre opposizione o comunque chiarire la propria posizione con l’ufficio, e per tanti savesi è iniziata la solita via crucis: consulente-comune-geometra per cercare di venire a capo magari di un I.C.I.  già versata, oppure proprio non dovuta, come nel mio caso.

Finisce così che molti pagano lo stesso, anche se magari non sarebbero tenuti, perché stare dietro a pratiche di cinque anni prima, magari per importi non troppo alti, finisce per essere un costo ben maggiore di qualche decina di euro.

Una specie di pesca a strascico, praticamente.

Avanti un altro

Radio-piazza dà ormai per certo il “dimissionamento” dell’assessore Ivano De Cataldo, come da lungo tempo richiesto da quattro consiglieri del PD… vabbè, dai socialisti di Bruno D’Oria, per capirci.

(Su, su, non fate quella faccia, mica non ve l’aspettavate, vero? Dopo aver giubilato con tanta leggerezza Pasquale Calasso, poteva essere Ivano a costituire un problema per il sindaco?)

Le deleghe sarebbero per il momento distribuite in giunta e non ci sarebbe alcun nuovo ingresso, almeno fino al congresso ormai prossimo. Visto che ci siamo, ricordo che potranno votare solo gli iscritti che rinnoveranno la tessera entro lunedì prossimo, fra quelli già iscritti dall’anno scorso.

Aggiungo, per quei tre o quattro interessati, vi comunico che domani alle ore 18 c’è l’assemblea degli iscritti del PD con all’ordine del giorno appunto la questione tesseramento.

links for 2010-09-20