La politica di Pizza

Parliamo di Giuseppe Pizza, ovviamente:

L’8 settembre due esponenti della DC di Giuseppe Pizza, sottosegretario all’Istruzione, “hanno depositato presso l’ufficio brevetti del ministero dello Sviluppo economico il simbolo (rappresentato dalla scritta per esteso) e le due denominazioni finora usate dalla compagine finiana: Futuro e libertà per l’ItaliaFli“. Il simbolo di Futuro e Libertà non esiste ancora, ma registrando un simbolo con la scritta per esteso si impedisce al partito di Fini di fare la stessa cosa col suo simbolo, e la cosa potrebbe creare molti problemi.

[…]

E insieme al simbolo e il nome di Futuro e Libertà, Pizza ha registrato anche simbolo e nome del Partito della Nazione, possibile nome del prossimo partito di Pierferdinando Casini. Così, senza alcuna ragione che non sia il tentativo di rompere le scatole.

(ilpost.it)

Nel caso vi fosse sfuggito, l’ineffabile Pizza è Sottosegretario all’Istruzione, Università e Ricerca scientifica, il che spiega molte cose del declino di questo paese.

Rimane un ultima curiosità: chi è che a Sava rappresentava il partito di Pizza? Maurizio Pichierri? Il Faro? Boh…

 

 

Annunci

One thought on “La politica di Pizza”

  1. Ad onor del vero

    DEMOCRAZIA CRISTIANA

    Roma 13 Ottobre 2010

    COMUNICATO STAMPA DELLA DEMOCRAZIA CRISTIANA

    La Democrazia Cristiana in relazione all’articolo del SOLE 24 ORE della data del 12 Ottobre 2010 a pagina 18 il quale testualmente recita:

    “…Il gesto di Pizza contro FLI” “…l’8 Settembre due esponenti della DC di Giuseppe Pizza sottosegretario all’Istruzione e fedele alleato di Silvio Berlusconi, hanno depositato all’Ufficio Brevetti il nome di Futuro e libertà ostacolando i finiani che hanno presentato una richiesta di inibizione in quanto i gruppi di FLI erano già nati da qualche settimana…”

    Esprime tutta la sua indignazione per il coinvolgimento del Partito in questa vicenda estranea alla sua cultura e alla sua storia. E’ evidente che tale inconsulto atto ascrivibile purtroppo a due suoi iscritti della Toscana non può rimanere nel limbo delle interpretazioni più o meno malevoli, ne può essere considerato strumentalmente inquinante nel rapporto tra le forze politiche. Di conseguenza il Segretario Politico Nazionale ai fini dell’elementare ripristino della legalità interna ha proceduto alla sospensione cautelativa dei due iscritti, promotori di questa assurda iniziativa ed ha azzerato il Comitato Regionale della Toscana nominando, con effetto immediato l’On. Guido Moretti Commissario Straordinario della Toscana.

    Giuseppe Pizza
    Segretario Politico Nazionale

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...