Il Pd esiste

Ma solo ad Avetrana, pare.

Si sono tenute oggi 26 Dicembre 2010 le primarie del centrosinistra per la scelta del candidato sindaco. I contendenti erano due, il già sindaco e consigliere Provinciale Conte e la dott.ssa Petracca alla sua seconda uscita elettorale dopo le provinciali 2009.

[…]

Conte dovrebbe ottenere secondo fonti ufficiose tra l’85 e il 90% mentre Petracca starebbe tra il 10 e il 15. Sarà quindi Conte che sfiderà il candidato del centrodestra alle prossime elezioni per il rinnovo del consiglio comunale

 

Annunci

Pensierino di Natale

Ci sono le brave persone. Poi ci sono le persone normali. Quelle così e così. Ci sono poi quelli poco sinceri, quindi i veri e propri bugiardi. I disonesti vengono dopo, e dopo ancora i ladri.

Infine c’è l’esattoria.

 

Ciao, vecio

Posso raccontare di aver vinto due mondiali, ma  ho avuto diciassette anni solo nel 1982.

Avrebbe odiato i santini e i coccodrilli che saranno scritti su di lui (il nostro non fa eccezione), ma questo non ci impedirà di legarlo per sempre ai migliori anni della nostra vita. E non perché ha vinto o ci ha fatto vincere. Come diceva quella canzone, siam tutti figli di Bearzot.

(Stefano Olivari)

Il partito democratico, oggi

Sul Quotidiano di oggi, nelle cronache di Taranto, c’è la risposta del segretario regionale Blasi alla lettera di autoconvocazione da parte del circolo 1° Maggio del congresso di circolo: in sostanza  l’attività congressuale è congelata per decisione unanime della commissione provinciale in vista della definizione di una spartizion…  pardon,  soluzione unitaria.

Pfui.

Ad avere un’alternativa  squarterei la tessera.

(Tarantoggi)

 

 

 

links for 2010-12-19

  • Non dovrei precisarlo, ma io sto coi poliziotti: voglio che siano pagati di più, voglio che non siano mandati allo sbaraglio, che abbiano attrezzature adeguate, che non debbano affrontare criminali organizzati come se fossero cassintegrati della Fiat; ma voglio, nondimeno, che siano perseguiti se pestano e scalciano inutilmente un ragazzo riverso per terra, perché chi sorveglia il rispetto delle regole è tenuto a rispettarle più degli altri.