Modello superfisso

Secondo il governo Monti, la tassa di stazionamento avrebbe dovuto garantire qualche centinaia di milioni di € di gettito annuo. Questo secondo un modello di ragionamento superfisso, per cui le nostre azioni incidono su una realtà che non muta nel tempo, neanche in seguito alle nostre decisioni.

In realtà così non è, e gli effetti delle nostre decisioni possono essere molto diversi dalle nostre aspettative:

Secondo quanto dichiarato da Ucina (confindustria nautica), durante l’audizione in Senato sul decreto liberalizzazioni, a fronte di un gettito stimato in 200 milioni di euro ci sarebbe un danno di almeno 1,5 miliardi di euro.

Ucina denuncia che la misura introdotta dal ‘Salva-Italia’ ha già prodotto una fuga di unità dai porti italiani, rilevata al 31 gennaio, pari a 27mila unità con una conseguente potenziale perdita di posti di lavoro pari a 8.900 unità.

L’impatto sulle entrate dirette dello Stato sarebbe pari a -104 milioni di euro, il mancato indotto generato dai superyacht in transito ammonterà invece a 210 milioni di euro, gli investimenti portuali a rischio a 1,4 miliardi di euro, l’impatto diretto sulla cantieristica è stimato in una flessione del 35% del mercato interno.

(Mistro)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...