Non un grande auspicio

Era il 18 giugno, proprio come oggi, Santa Marina.

Era il giorno del matrimonio della mia “cugina cugina” , quella con cui si cresce insieme, si va a scuola insieme, si vuole bene come a una sorella/fratello. Il ricevimento era a casa del marito, in un piccolo paese in provincia di Matera.

Caldo, proprio come oggi, ma sull’appennino lucano si sta bene lo stesso, con quell’aria secca che rende il caldo sopportabile, e il venticello che non manca mai.

Fu un bellissimo matrimonio, e il ricevimento in casa riuscitissimo: se non fossi contrario per principio al matrimonio, lo farei anch’io così. (che poi a pensarci non ho manco la casa per farlo, per cui alla fine lo dico proprio tanto per dire)

Era però il giorno del debutto dell’Italia ai mondiali dell’epoca, quelli americani. Era l’Italia di Sacchi , e i padroni di casa (i miei cugini, non gli americani) , per non far degenerare il ricevimento in una serata stile maxischermo al bar sport, pensarono bene di far sparire tutti i televisori dalla casa. Non c’era manco un 5 pollici in bianco e nero, niente di niente.

L’effetto fu divertente: mio fratello passò buona parte della serata al cellulare con la fidanzata dell’epoca per avere una cronaca radiofonica (anzi, telefonica) in tempo reale.

Verso la metà del secondo tempo, un gruppo di rivoltosi prese la situazione di petto e si lanciò in strada abbandonando il ricevimento. Una volta nella strada deserta, si diressero verso un garage (“rimesa”, diremmo a sava, di quelle con la cucina dismessa dalla campagna e l’ape 50) dove la luce di una tv baluginava attraverso la finestra. Bussarono con decisione al vetro, e un signore molto gentile aprì loro la porta.

“Si?”

“Salve, chiediamo scusa, siamo qui di fronte a casa di XXXXX, ma la televisione è rotta. Ci chiedevamo se per caso potevamo unirci a voi per vedere la fine della partita, se non è di troppo disturbo, o almeno sapere il punteggio, come sta giocando, sa com’è . ..”

“Veramente noi stavamo guardando i cantanti su canale5 (nb: qui sto inventando, diciamo pure il varietà estivo con il Carlo Conti della situazione, chi si ricorda), ma prego, accomodatevi che prendo le sedie. Maria vieni che ti presento i signori!”

Alla fine della partita, i facinorosi tornarono mogi mogi al matrimonio, eravamo quasi alla torta.

2 pensieri riguardo “Non un grande auspicio”

  1. Leggo sempre con estremo piacere il tuo Blog, oggi… per un caso assolutamente fortuito c’era come sottofondo un brano meraviglioso. Te lo linko e magari… rileggi tutto, con seafica calma e sorriso accennato.🙂

  2. era il 23 giugno 1998, Italia – Austria. La mia fidanzata di allora, ero alla casa dello studente a Roma, mi comunica che saremmo dovuti andare a fare visita ad una nostra amica che aveva partorito il bambino. eravamo stati prescelti come padrino e madrina….Io le dico: ma c’è la partita! Lei non ha voluto sentire ragioni…..Mi ricordo ancora quel tragitto in motorino dalla Farnesina alle Fosse ardeatine. Roma era deserta, bellissima, e dalle palazzine accaldate di ogni quartiere che attraversammo veniva fuori la voce di Bruno Pizzul….Arrivammo all’ospedale e dopo i convenevoli abbracci, io il papà e il nonno del bambino ci gurdammo in faccia dopo aver sentito in lontananza la voce del noto telecronista. Ci avvicinammo furtivi ad una stanza, credo fosse quella delle infermiere, e individiammo un piccolo televisore in bianco e nero. Per non disturbare rimanemmo sulla soglia, con la testa sporta verso il piccolo aggeggio. Ad un certo punto un infermiere, molto umano, si avvicinò alla televisione e la girò verso di noi, che in piedi sulla soglia potemmo finalmente vedere il finale della partita…………..2-1 per l’Italia…..Non dimenticherò mai quella attraversata alla Nanni Moretti con il sottofondo del mitico Pizzul…….(che portava un pò sfiga però…)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...