Balle spaziali

Tutti i giornali riportano della straordinaria scoperta che alcune particelle, i neutrini, sembrano muoversi a velocità maggiore della luce,  in apparente contrasto quindi con la teoria generale della relatività di Einstein.

Come ormai avrete letto un po’ ovunque, un esperimento che si chiama Opera avrebbe osservato un fascio di neutrini percorrere la distanza tra il CERN e il Gran Sasso (730 chilometri) impiegando 60 miliardesimi di secondo in meno di quanto ci avrebbero messo viaggiando alla velocità della luce (ovvero 2,4 millisecondi). Siccome c’è questo piccolo dettaglio che la velocità della luce, secondo la teoria della relatività di Einstein, è un limite fisico invalicabile, capite bene che la conclusione della faccenda è piuttosto sconvolgente.

In realtà, per chi ha vissuto negli anni ’80, non è proprio una novità.

Update:  se Mel Brooks non vi fa ridere, magari ci riesce il nostro ineffabile ministro Gelmini. Ecco la sua dichiarazione:

Rivolgo il mio plauso e le mie più sentite congratulazioni agli autori di un esperimento storico. Sono profondamente grata a tutti i ricercatori italiani che hanno contribuito a questo evento che cambierà il volto della fisica moderna.
Il superamento della velocità della luce è una vittoria epocale per la ricerca scientifica di tutto il mondo. 

Alla costruzione del tunnel (sic!) tra il Cern ed i laboratori del Gran Sasso, attraverso il quale si è svolto l’esperimento, l’Italia ha contribuito con uno stanziamento oggi stimabile intorno ai 45 milioni di euro. 

Inoltre, oggi l’Italia sostiene il Cern con assoluta convinzione, con un contributo di oltre 80 milioni di euro l’anno e gli eventi che stiamo vivendo ci confermano che si tratta di una scelta giusta e lungimirante”.

Il creatore della possibilità di creare

(dal blog di g. soncini)

Per capirci un po’

Per farsi un’idea sulla situazione di Fukushima su ilpost.it, interessantissimo articolo di Amedeo Balbi sulle tecnologie delle centrali nucleari, e i rischi connessi.

Boccia, dove sei?

Mentre tutti pensano allo scandalo Ruby, il governo e le regioni continuano a governare.

Purtroppo, viene da dire: leggete un po’ come buttano nel cesso 20 milioni di € , e un castello.

Il lamento è uno solo: ci dicono che non ci sono soldi per finanziare ricercatori che all’estero ci invidiano, e che per questo sempre più spesso se ne vanno, ma la Presidenza del Consiglio, la Regione Lazio, il Comune di Roma e la Regione Puglia hanno stanziato ben 20milioni di euro da destinare a un progetto ispirato dalle fobie allucinatorie dell’ex-sessantottino Mario Capanna. L’unico al mondo ad aver visto e discusso (UnoMattina Estate del 30 luglio 2007) il sapore dell’inesistente fragola-pesce, usata anche come monito terroristico da una pubblicità Coop.
Il progetto si chiamerà, forse per assonanza con il film di Albanese, GenEticaMente. E a leggere la «piattaforma di ricerca», cioè i tipi di tecnologie e gli obiettivi del programma, vien subito da ridere. Poi, però, subentra una profonda tristezza

Suona troppo qualunquistico ricordare che sono soldi nostri?

(via noiseFromAmerika)

Patafisica per principianti

Da un appassionato cultore di patafisica, riceviamo e pubblichiamo…

Un professore di termodinamica ha assegnato un”esercitazione a casa agli studenti del suo corso di laurea. Il compito consisteva in una domanda:  “L”inferno e` esotermico (libera calore) o endotermico (assorbe calore)? Sostenete la risposta con delle prove “.

La maggior parte degli studenti ha cercato di dimostrare le proprie convinzionicitando la legge di Boyle (un gas si raffredda quando si espande e si riscaldaquando viene compresso), o alcune sue varianti.  Uno di loro, tuttavia, ha scritto quanto segue.

“Innanzitutto, dobbiamo sapere come cambia nel tempo la massa dell”inferno. E quindi abbiamo bisogno di stabilire i tassi di entrata e uscita dall”inferno delle anime. Credo che possiamo tranquillamente assumere che, quando un”anima entra all”inferno, non è destinata a uscirne. Quindi, nessun”anima esce.

Per quantoriguarda il numero di anime che fanno il loro ingresso all”inferno, prendiamo in considerazione le diverse religioni attualmente esistenti al mondo. Un numero significativo di esse sostiene che se non sei un membro di quella stessa religione andrai all”inferno. Siccome di queste religioni ce n”e` più di una, e abbracciano una sola fede per volta, possiamo dedurne che tutte le persone e tutte le anime finiscono all”inferno. Dunque, stanti gli attuali tassi di natalita` e mortalita` della popolazione mondiale, possiamo attenderci una crescita esponenziale del numero di anime presenti all”inferno.

Ora rivolgiamo ”attenzione al tasso di espansione dell”inferno,poiché la legge di Boyle afferma che, per mantenere stabile la temperatura e la pressione dentro l”inferno, il volume dello stesso deve crescere proporzionalmente all”ingresso delle anime. Questo ci da` due possibilità:

1) se l”inferno si espande a una velocita` minore di quella dell”ingresso delle anime,allora temperature e pressione dell”inferno saranno destinate a crescere, fino a farloesplodere;

2) naturalmente, se l”inferno si espande piu` velocemente del tasso d”ingresso delleanime, allora temperatura e pressione scenderanno fino a quando l”inferno non si congelera`.

Dunque, quale delle due e` l”ipotesi corretta?

Se accettiamo il postulato comunicatomi dalla signorina Teresa Baghini durante il mio primo anno all”universita`, secondo il quale “fará molto freddo all”inferno prima che io te la dia”, e considerando che ancora non ho avuto successo nel tentativo diavere una relazione sessuale con lei, allora l”ipotesi 2 non può essere vera.

Quindi l”inferno e` esotermico”.

Lo studente ha preso l”unico 30

Scienza e fede

Giovedì prossimo, nei locali del convento dei frati minori di Sava, interessante convegno dal titolo “Scienza e Fede”.

Il relatore è mio cugggino.

Che ingiustizia

Il Nobel per la fisica è stato assegnato a Makoto Kobayashi e Toshihide Maskawa.

Il mondo della fisica italiano unanimemente ritiene che sarebbe stato più giusto assegnarlo a Nicola Cabibbo, pioniere delle teorie per le quali è stato assegnato il premio ai due giap.

Ma per me, il vero scandalo è che non sia stato assegnato a Gabriella Carlucci.