Sliding doors

Ok, non era un caso di razzismo. Se lo dite voi… Ma immaginiamo un po’ se nella colluttazione avessero avuto la peggio i due Cristofoli, padre e figlio: pensate che ce la saremmo cavata così? Quante ne avremmo sentite sui problemi creati dall’immigrazione clandestina, prima di scoprire che il povero Abdul Guibre era italiano a tutti gli effetti?

Se non si fosse montato ad arte il caso Alitalia, e la compagnia fosse finita all’AirFrance/Klm, Berlusconi avrebbe vinto lo stesso le elezioni? Forse si, anzi, quasi sicuramente si. Ma quanto avremmo risparmiato, come contribuenti?

Macchè, scherziamo?

Troppo bella!

Davanti al Ministero del Lavoro è stato organizzato un sit-in in particolare di assistenti di volo di Alitalia (un’ottantina secondo la polizia), secondo i quali è «meglio Air France o portare i libri in tribunale, non bisogna firmare». Tra l’altro, si parla di mobilità territoriale per cui – secondo quanto hanno spiegato alcuni sindacalisti ai lavoratori – il personale e gli aerei verrebbero spostati dove servono, le retribuzioni sarebbero collegate a quanto si lavora, tutto sarebbe quindi basato sulla produttività.

(Corriere.it )

Per uno sguardo d’insieme sulla porcata Alitalia, consiglio un’avida lettura dei soliti cattivoni di noiseFromAmerika, che sull’argomento ci stanno danno dentro come fabbri.

Alitaglia

Insomma, la stavamo vendendo ai francesi, che si, è vero, chiedevano circa 2000 esuberi e altre garanzie, ma almeno un po’ la pagavano e si facevano carico anche dei debiti. Ora invece la vendiamo ai francesi, ma senza la parte brutta e puzzolente, cioè i debiti e gli esuberi (stavolta 7000) , che rimane in capo al tesoro – cioè alo stato e quindi al contribuente. Noi. Ma non prima però di aver fatto incassare qualche lauta plusvalenza ai nuovi furbetti del quartierino, amici del presidente del consiglio, che da novelli capitani coraggiosi salvano le apparenze costituendo una cordata a rischio 0, nazionalizzando le perdite ed incassando i dividendi.

E fra questi, la Marcegaglia in prima fila, complimenti.

Qualcosa però può andare storto

Update: il miglior riassunto della situazione è questo, leggetelo, per favore.

Fa un certo effetto…

New nonstop service from Los Angeles to Rome. Book now on ALITALIA.COM

(banner sul sito del L.A.Times)