Promessa mantenuta

Nel corso dell’ultimo consiglio regionale pugliese, l’assessore ai lavori pubblici ha annunciato che l’AQP ha depositato il progetto definitivo del depuratore consortile di Sava e Manduria e dell’annessa condotta sottomarina, confermando, tra l’altro, che la questione del de-finanziamento è solo una partita di giro contabile – con buona pace di chi si è mobilitato con veemenza (e ignoranza) nel nostro consiglio comunale.

Entro pochi giorni il progetto verrà così messo in gara in un unico appalto, evitando i possibili sprechi di una sua “spacchettizzazione”.

Probabilmente, ciò potrebbe significare la fine della carriera politica di Vendola: un politico che mantiene gli impegni? Nel PD devono essere terrorizzati!

Annunci

Il viaggio della speranza

Dopo la bagarre in consiglio comunale il sindaco Maggi e l’assessore De Cataldo si sono recati in regione a colloquio con l’assessore regionale ai lavori pubblici, Amati, per discutere il problema del depuratore e annessa condotta sottomarina.

Le risposte ottenute sarebbero confortanti: il bando per la gara d’appalto per la realizzazione dell’intera opera dovrebbe essere pubblicato il 14 o il 16 dicembre prossimi (fonte Manduriaoggi). Nell’occasione, il presidente Vendola ha confermato la sua intenzione di venire a Sava ad annunciare la fine del lunghissimo iter amministrativo.

Per quello che so, credo che l’unico ostacolo sia la progettazione definitiva della condotta sottomarina che, a quello che mi risulta, non sarebbe ancora stata inviata dall’AQP agli uffici della regione (o del commissario?) per la sua approvazione.

Speriamo bene.

update: dai manifesti del comitato, apprendo che Vendola sarà a Sava il 14 dicembre alle 18.