A giorni alterni

Se si è pronti a rallegrarsi per i rimbrotti del Vaticano nei confronti di Berlusconi per le sue barzellette, poi però toccherebbe apprezzare pure queste minchiate, no?

Insomma, io sto con Luca.

E pure come premier spagnolo sono forte!

“Credo sinceramente di essere stato e di essere di gran lunga il miglior presidente del Consiglio che l’Italia abbia potuto avere in 150 anni della sua storia.”

(titolo da Friendfeed)

Giri di valzer

Insomma, la situazione dei candidati alla presidenza della provincia s’ingarbuglia.

Nel PdL sembrava fosse certa la candidatura di Rana, praticamente imposto da Cito come condizione essenziale per l’accordo politico con AT6. Solo che Cito ha improvvisamente abbandonato Franzoso Lospinuso e compagnia cantante e ha aderito al cosiddetto terzo polo, quello della Poli Bortone, dove in un primo momento sembrava certa la candidatura di Tagliente. Invece di Tagliente pare non se ne facia più nulla, perché nel nuovo’accordo la candidatura a Presidente della Provincia sarebbe dell’ex onorevole Tarantino, sul quale sembra convergere anche l’UDC che pure aveva già presentato ufficiamente Gigi Blasi. Pare inoltre che a questa coalizione sia pronto ad aderire anche Carrozzo con i suoi Riformisti. Carrozzo ex vice-presidente della provincia in una fase intermedia dell’era Florido… poi  sostenitore di Stefano al comune col quale è però atttualmente in rotta.

Dimentico qualcosa?

Ah si, Stefano, sindaco di Taranto, alla provincia sosterrà un candidato comune con l’Italia dei Valori, in alternativa a Florido, mentre  pare che si candidi alle europee con il MpS (il movimento per la sinistra di Vendola), che pure alla provincia di Taranto appoggia Florido.

SInceramente, ci avete capito qualcosa?