A giorni alterni

Se si è pronti a rallegrarsi per i rimbrotti del Vaticano nei confronti di Berlusconi per le sue barzellette, poi però toccherebbe apprezzare pure queste minchiate, no?

Insomma, io sto con Luca.

Annunci

Un esempio da seguire

Dice Berlusconi che Brancher dimettendosi «ha dimostrato il suo impegno per il Paese».

Ora, è la prima volta nella storia, credo, che qualcuno dimostra il suo impegno per il paese togliendosi dalle balle.

(piovono rane)

Peccati

Ragazzi, se piace il trash la tv italiana è fenomenale: questa sera seconda puntata di Peccati, dedicata ai sette peccati capitali, appunto. Tema odierno: l’invidia.

In pratica: massacro di Fini, Bocchino e compagnia cantante, con Storace nei panni del killer, e qualche altra mezza calzetta a supporto. Ah, c’è pure Capezzone, figurarsi.

update: sarà anche da scompisciarsi dal ridere, ma manco nel cile di pinochet avrebbero mandato in onda una trasmissione simile. Da non credere.

Mi scarico il podcast, se c’è, per rivederlo quando questo brutto sogno sarà finito

Ah, questa me l’ero persa

In verità ho perso anche tutto il resto, ma questa è troppo grossa per non essere citata:

Vogliamo anche vincere il cancro, che colpisce ogni anno 250.000 italiani e riguarda quasi 2 milioni di nostri concittadini.

E sconfiggere la morte, no?

Una sfumatura che fa la differenza

Berlusconi: “Ridiamo il diritto di voto agli italiani”.

Voleva dire “ridiamo DEL”, non “il” (Gab, su fb)