Vittorie di Pirro

Nel consiglio comunale di ieri sera,  approvato il bilancio come previsto, è stato invece ritirato il punto riguardante la gara d’appalto del servizio dei rifiuti. A chiederne il ritiro con veemenza è stato il consigliere Ninì De Cataldo, il quale è riuscito a convincere il consiglio comunale che la questione può essere approvata con delibera di giunta. Sorvolo per carità di patria sui dettagli.

Per quel poco che ne so si tratta di un’autentica stupidaggine, visto che il capitolato di una gara d’appalto che impegna il bilancio comunale per cinque annualità è certamente competenza del consiglio comunale. Ora però, grazie a questa trovata, la maggioranza ha davanti a sé due strade: o lo approva di giunta, commettendo evidentemente una palese irregolarità,  oppure deve ritornare in consiglio comunale, raddoppiando la figura di palta. Un punto per Ninì.

Detto ciò,  è però il sindaco Maggi a uscirne ancora una volta vincitore, senza problemi.

Anzi, oltre la guerra aperta di facciata, buona solo per i gonzi, quello che sembra evidente a molti è la palese trasversalità di certe posizioni e interessi.

Che non sono quelli dei fessicittadini, eh.

Il futuro è adesso

Oggi consiglio comunale per l’approvazione del bilancio di previsione 2010, capitolato di gara per l’appalto della raccolta dei rifiuti, approvazione definitiva dell’ampliamento dell’aera pip, e la solita carrettata di debiti fuori bilancio, per un totale di diciotto punti all’ordine del giorno.

Prevista qualche assenza nella maggioranza, si profila il classico rinvio alla seconda convocazione, date le scontate ma legittime richieste di rinvio da parte della minoranza:  “non abbiamo avuto il tempo di legere le carte!”

update: e infatti, seduta disertata dalla maggioranza e rinviata.

…E non in seconda convocazione, visto che il regolamento comunale prescrive almeno quindici giorni fra la convocazione e la seduta di bilancio. Se ne parla verso la metà del mese di maggio.

Più buscopan per tutti

A quanto pare, c’è una piccola epidemia di mal di pancia frai nostri valorosi consiglieri comunali.

Niente di che, la prognosi è buona. Una decina di giorni e passa tutto, magari in seconda convocazione.

Ancora un pochino e ci siamo

Dopo la riunione del direttivo del PD di ieri sera in cui si è analizzato il risultato elettorale del 28 marzo, oggi si è tenuta la riunione di maggioranza in vista del prossimo consiglio comunale.

Lo so, lo so: siete ansiosi di sapere se ci saranno novità, se il bilancio verrà approvato in prima battuta o se qualcuno lamenterà i suoi soliti mal di pancia prima di alzare la fatidica manina.

Solo che io non lo so.

Però mi hanno detto che il sindaco ha annunciato che tante belle cose bollono in pentola: il pirp sta per essere finanziato (manca solo l’invio di qualche documentazione) , la casa alloggio per anziani sta per aprire  (mancano solo le autorizzazioni igienico sanitarie), presto saranno (finalmente!) risistemate le ville comunali (è necessaria solo una piccola variazione di bilancio).

Ah, anche il centro polivalente per disabili sta per essere consegnato all’uffiicio del piano di zona, ma, indovinate?, anche qui manca qualche piccola scartoffia.

Insomma, ci siamo.

Quasi.

Fermi tutti

Malgrado i roboanti proclami, anche quest’anno il bilancio di previsione del Comune di Sava verrà votato dopo le elezioni.

ps Mentre cercavo un link alla dichiarazioni del sindaco che anunciava l’approvazione del bilancio entro lo scorso 31 dicembre mi sono imbattuto in questo: