Fra capo e collo (commenti aperti)

Nel corso dell’ultimo consiglio comunale, si è parlato di una lettera inviata dall’ATO Puglia al Comune di Sava che, in modo alquanto nebuloso, porta a conoscenza dell’amministrazione che la costruzione della condotta sottomarina, finalizzata allo scarico in mare dei reflui del futuro depuratore consortile, sarebbe stata “definanziata”, almeno in riferimento ai fondi di cui alla delibera CIPE 3/06.

L’opera  infatti verrebbe finanziata con i fondi provenienti dalla tariffa, cioè dalle bollette AQP, per capirci.

Questo almeno è quello che mi sembra di capire, sebbene non possegga gli altri documenti citati nella lettera, e la prosa non sia proprio chiarissima (eufemismo).

In consiglio comunale pare si sia scatenata la bagarre, ma visto che i fondi cipe sarebbero spendibili solo per opere appaltabili entro il 31/12/09, e la condotta è ancora allo stadio di progettazione preliminare, a me parrebbe una cosa logica.

In ogni caso, la mia è un’opinione basata solo sulla lettura di queste righe, e come ho detto, mancano molte tessere del mosaico. Se avete qualche info da aggiungere, o anche qualche opinione in proposito, i commenti sono aperti.

Qui, c’è la lettera.

Annunci

Riceviamo e volentieri pubblichiamo

No, non sono le grotte di Castellana, è l’ufficio edilizia privata del Comune di Sava.

Immagine 2

Problemi grossi, ma non seri

Si dice che la questione del giorno, anzi della settimana, forse del mese, per la maggioranza che sostiene la nostra amministrazione comunale (Bruno D’Oria), e se NoiSud debba entrare a far parte anch’essa del caravanserraglio.

Arrivano i primi risultati elettorali

Il funzionario a capo del servizio elettorale del comune, rag. V.Tripaldi, prossimo alla pensione, verrà sostituito dal cugino, dott. S.Tripaldi.

Consiglio Comunale del 29 settembre 2008 (Sava, cava, Grava)

Con l’avvicinarsi del trenta settembre, puntuale arriva l’appuntamento con il riequilibrio di bilancio, uno dei tre momenti dell’anno nei quali un’amministrazione ha bisogno di una maggioranza qualificata in consiglio ocmunale. Cioè significa che sono necessari 11-voti-11.

Proprio per questo motivo in queste occasioni c’è sempre una lieve tensione, del tutto fisiologica. In realtà la situazione è tranquilla e non sono previste sorprese. Solo i tre consiglieri del sindaco (non so se si può dire ancora la parola UDEUR) manifestano un certo nervosismo, ma si garantisce che saranno presenti in consigli come bravi scolaretti al primo giorno di scuola.

Punto qualificante all’ordine del giorno è l’approvazione del P.U.T.T. ( Piano Urbanistico Territoriale Temtico, vedere qui per una sommaria spiegazione). Si tratta di un documento composto da una relazione ed alcune tavole in cui vengono specificati dei vincoli e dei limiti all’uso del territorio, al fine di salvaguardarne la sua identità e promuoverne una corretta valorizzazione. Vengono così tutelati beni d’importanza storica, o siti di particolare valore paesaggistico ecc.

Tra l’altro, è uno degli adempimenti chiave nel percorso che porta alla redazione del Piano Urbanistico Generale (il vecchio piano regolatore).

Ma soprattutto, è l’arma per bloccare la realizzazione di una cava in contrada Grava, per la quale in comune alcuni tifano contro e altri invece a favore. Tenuto conto di tutto, l’approvazione in prima battuta del piano mi sembra alquanto improbabile. Prevedo un sano ritiro per approfondimenti.

Comune di Sava 2.0

page error
page error

Update: dominio non rinnovato?

MiniMac:~ corrado$ ping http://www.comune.sava.ta.it
ping: cannot resolve http://www.comune.sava.ta.it: Unknown host