Intervista per il Giornale di Sava

(dal numero attualmente in edicola)

Dopo le ultime elezioni comunali del 2007, chiedemmo un commento all’allora sindaco uscente, dr Corrado Agusto. A distanza di quasi 5 anni, e nell’imminenza della campagna elettorale per le prossime elezioni comunali, abbiamo pensato di fare una chiacchierata informale per chiedergli qualche considerazione sull’attuale situazione politica.

Allora, Corrado, 4 anni e mezzo fa, sulle pagine di questo giornale hai sostenuto che l’amministrazione Maggi sarebbe stata limitata dall’essere un’accozzaglia di siglette e partitini, e che difficilmente avrebbe prodotto molto per la nostra comunità, possiamo dire che avevi visto giusto…

Non si tratta di essere bravi, o acuti nelle valutazioni: ci ero appena passato io! D’altro canto ho detto anche che Aldo Maggi sarebbe stata la persona giusta per portare questa legislatura alla fine, e lo confermo: nessun altro sarebbe rimasto al suo posto malgrado tutti gli infortuni, le difficoltà, le miserie con cui la sua amministrazione ha dovuto combattere sin dal primo giorno. Si tratta certo di un sindaco molto tenace…

Quindi, che bilancio puoi trarre di questi 4 anni e mezzo?

Mah, non mi sento di fare valutazioni approfondite, visto che dal di fuori le cose si conoscono solo superficialmente… certo non mi pare che quest’amministrazione abbia tanti risultati positivi da rivendicare. Sono invece convinto che non mancheranno di dare la colpa a qualcun altro: la crisi globale, il governo, i tagli agli enti locali, probabilmente il sottoscritto. Forse anche le cavallette.  Sul piano delle responsabilità “interne”, altrettanto certamente per il Pd la colpa sarà del sindaco accentratore, mentre per il sindaco la colpa sarà del Pd che non lo ha fatto lavorare. 

Detto ciò, trovo sia molto più interessante parlare del dopo.

Allora parliamone: come pensi che si collocheranno i vari partiti locali? Quali coalizioni vedranno la luce nei prossimi mesi?

Beh, anche questo per il momento è abbastanza chiaro: da una parte ci sarà la coalizione uscente, probabilmente guidata da un sindaco “nuovo”, ma con dietro lo stesso apparato che ha governato Sava negli ultimi anni. Dall’altra una proposta nuova guidata dall’avvocato Dario Iaia, denominata “Patto per Sava”. Non è chiaro al momento la posizione delle forze politiche riconducibili agli ex-forza Italia, come PdL e Alleanza di Centro. Presumibilmente saranno la terza coalizione in campo.

E tu? Molti dicono che sei pronto nuovamente a scendere in campo…

In effetti non so bene perché ma sono in tanti a pensare che io intenda ricandidarmi come sindaco. Sono contento quindi di poter fare chiarezza una volta per tutte: No, non ne ho alcuna intenzione. Da mesi ho scelto di appoggiare Dario Iaia nel suo progetto politico, e sono contento di poter dare una mano ad un amico che, per di più, è attualmente il miglior sindaco possibile per Sava: ha un’esperienza più che decennale in politica e in consiglio comunale; questo significa che conosce i problemi e, da persona onesta e competente qual è, sa come vanno affrontati. Al tempo stesso però, non è compromesso da anni di potere e di clientele: insomma potrebbe essere davvero la ventata di aria fresca che ci vuole in questo paese.

Non pensi che molti potrebbero criticarti, vista la tua nota appartenenza al Pd, per l’appoggio dato ad un candidato sindaco ex-AN?

Immagino di si, per molti questo potrebbe essere un ottimo argomento di discussione.  A me invece francamente viene da ridere: forse che quest’amministrazione Maggi può dirsi di sinistra? La mia idea è che in questo preciso momento, la logica degli schieramenti è secondaria rispetto all’esigenza che in Comune ci sia un deciso ricambio d’aria, rispetto all’atmosfera pesante, direi irrespirabile, che lì ristagna da parecchi anni. Dario può rappresentare tutto ciò. Io ci credo molto.

 

Giornale di sava, oggi

Il Sindaco Maggi,  in un interessante intervista zeppa di annunci, ci informa che:

  • il mercato settimanale di via f.lli Bandiera verrà adibito per metà alle nuove cucine industriali per le mense, e per l’altra metà verrà offerto alle Poste Italiane per una succursale dell’ufficio postale
  • la prossima settimana verrà azzerata la Giunta per far posto a IoSud (Ninì entra anche tu, ti aspettiamo!)
  • è stato ottenuto un finanziamento di due milioni di euro per il Pirp (chissà se finalmente verranno pagati i progettisti?)
  • la commissione per il contenzioso serviva per trovare una soluzione al problema delle cause di risarcimento, non per fare processi sommari. Comunica comunque che questa storia avrà brutte conseguenze per qualcuno (chi? questo non lo dice, forse è una sorta di avvertimento?)