Paesano a blog!

Qualcuno è arrivato a questo blog dal traduttore automatico di google australia…

houseofgames

Google Video Chat

Su Gmail, la posta elettronica di Google, è da poco disponibile la Video&Audio Chat.

Disponibile per Win e Mac (uau!).

Per dire…

Nella bacheca di questo blog appaiono le parole immesse dagli utenti su Google per arrivare a queste pagine. Naturalmente, alcuni cercano proprio di arrivare qui, altri invece ci arrivano per caso, ricercando le parole più disparate.

Io spero solo che i tanti che ogni giorno cercano “giochi di cacca” siano del secondo gruppo.

The bigG

La decisione di Google di lanciare un suo browser, Chrome, ha inevitabilmente creato un dibattito piuttosto accalorato se ciò sia un bene, o un male, o un così così. C’è chi applaude, ma non mancano le paure di grandefratellismo, o di tradimentismo nei confronti dei duri e puri di Firefox, sino ad oggi bandiera per eccellenza dell’anti-microsoft.

Consiglio piuttosto l’interessante articolo di Wired sulla realizzazione di Chrome.

Purtroppo non esiste (ancora) per mac, ma l’ho installato su una macchina windows e, beh, effettivamente é una scheggia.

Sarò un inguaribile romantico, o semplicemente un ingenuo, ma per me un browser migliore può essere comunque un progresso, pur se piccolo, nella nostra quotidiana esperienza internettara. E siccome è open source, le buone idee potranno essere tranquillamente adottate anche dai “concorrenti”, firefox in testa.

Insomma, non un’altra guerra dei browser, per favore!

“Get a life, instead !”

Google and me

Curiosando su Google con chiave “Corrado Agusto”, mi sono imbattuto in questo articolo di Barbacetto, autore con Gomez e Travaglio di Mani sporche.

Non ho nemmeno dovuto controllare l’estratto conto per capire che non si parlava del sottoscritto, visto non esistono altri agusto in Italia. Il mio cognome nasce infatti da un refuso (un destino, il mio!) nell’ufficio anagrafe del paese del mio bisnonno. (Viene da agosto, infatti).

E non possiedo nemmeno una banca in Nigeria 😉

Yahoo verso Google

Yahoo ha appena stretto un accordo con Google per la vendita degli annunci pubblicitari sul suo motore di ricerca. Secondo il Wall Street Journal, questo potrebbe aumentare il suo fatturato pubblicitario di 1 miliardo di dollari l’anno, rendendo sempre meno probabile l’acquisto di Yahoo da parte di Microsoft, ma anzi spingendola sempre più fra le braccia di Google…antitrust permettendo.

A Sava, intanto, non si possono pubblicare sul sito istituzionale gli atti e le delibere della Giunta Comunale per motivi “di Privacy” (sic!)