Delirio

Grazie ad una petizione popolare firmata da circa duemila concittadini, la direzione provinciale delle poste ha attivato l’apertura pomeridiana dell’ufficio postale di Sava a partire dal 21 aprile. Il problema è sempre stato molto sentito, particolarmente nella prima quindicina di ogni mese, quando l’afflusso degli utenti per la riscossione della pensione è maggiore.

E soprattutto, l’afflusso dei pensionati è massimo all’apertura degli uffici, visto che le code cominciano a formarsi sin dalle prime luci dell’alba(!), grazie anche all’abitudine dei nostri anziani di svegliarsi molto presto al mattino per andare a lavorare in campagna.

Inutile dire che la predisposizione all’accredito su conto corrente, così come l’utilizzo di bancomat e carte di credito è molto lontano dalla madia nazionale… ma tant’è: l’apertura pomeridiana è certamente un fatto molto positivo, ma da qui a pretendere di cambiare le abitudini dei nostri anziani in soli dieci giorni, ce ne passa.

Ora si tratta solo di spiegarlo all’autore della petizione, che, imbufalito!, ha fatto affiggere questo manifesto.

manifCarrieri.png

Ecco perché serve un piano del colore

Da sindaco non sono riuscito a fare tante cose, alcune perché non ho potuto nemmeno provarci, altre perché mi sono scontrato con i voleri di una maggioranza che voleva solo vivacchiare. Uno di queste era il piano del colore, un allegato al regolamento edilizio comunale che limita il colore con cui è possibile dipingere la facciata delle abitazioni private.

Niente di rivoluzionario, in un paese già quasi del tutto compromesso dal punto di vista del decoro, ma almeno un punto fermo da cui ripartire per evitare ulteriori scempi.

Portato all’attenzione del Consiglio Comunale almeno tre volte, non ha mai visto la sua approvazione, o per la fuga dei Consiglieri, o per la richiesta di ritiro dell’argomento, l’ultima volta per il mio rifiuto di approvarlo con un testo così stravolto da renderne del tutto inutile la sua approvazione.

Per capire di cosa sto parlando: di seguito trovate le foto di qualche scempio che Sava avrebbe potuto risparmiarsi con un piano del colore vigente.

Ecco un suggestivo angolo adiacente la villa comunale, dipinto forse con evidenziatori di vari colori.

Poi la mia preferita, un ambulatorio veterinario adiacente una chiesetta del ‘700…

Figure di cacca

Sono andato a scuola in pullman per 7 anni, avevo l’abbonamento. Spesso però lo dimenticavo o magari era scaduto e in quei casi viaggiavo con la paura del controllore, che salisse a bordo e mi beccasse senza biglietto. Un paio di volte è capitato, e un altro paio l’abbonamento mi è stato ritirato per motivi di ordine pubblico…

Ma io non sono mai stato primo ministro, Blair si.

😉

(Rainews24)

La sporca congiura della Wii Fit

Mi hanno da poco regalata una console Wii.

L’idea di interagire giocando con tutto il corpo, e non solo con i due pollici è geniale, coinvolgente, e quindi divertente, a dire poco. Anzi, in termini strettamente tecnici, una figata!

Dopo aver giochicchiato prima a tennis, poi a bowling, e infine al baseball (il più divertente, imho), ho pensato bene di fare il test e calcolare la mia età wii. Dopo il test è uscito il risultato : 43!

Fantastico – ho pensato – proprio la mia età…43! Poi è uscito il “vero” risultato, un sinistro 56. (Mi ero dimenticato che in fase d’installazione quello schifo di console me l’aveva chiesta,l’età…)

Poi ho capito: è solo una manovra per incrementare le vendite della Wii Fit, in uscita domani.

E io che mi ero preoccupato per niente… Oggi pasta al forno, tiè!

Non entro in quella casa

Solo chi è già passato può capire.

L’incontenibile entusiasmo del progetto, delle prime opere, dei primi lavori. Vedere che la casa pian pianino assume le forme desiderate…Poi le prime difficoltà, lavori pieni di imprevisti, difficoltà di realizzazione, complicazioni…e alla fine il colpo di grazia, l’impresa che scompare, assorbita da un altro lavoro nel frattempo aggiudicatosi, e che ti lascia così incazzato, deluso, e pentito.

Si, pentito. Anche di averla iniziata quest’impresa, e di aver dimenticato le parole di un professore di economia dell’università di Urbino, che nelle righe di un corso di aggiornamento ti aveva avvertito : “comprare una casa per abitarci è il peggior tipo d’investimento finanziario che si possa fare!”. Acquistare una casa e ristrutturala evidentemente anche molto peggiore, roba da mandare lo stupidometro a fondo scala…e non basta a consolarti che lo stesso professore candidamente ammettesse non di non essere riuscito a convincere nemmeno suo padre.

😉

Ma aveva ragione da vendere, altroché!

blandings.jpg

Buone notizie, ragà

“Women seeking a lifelong mate might do well to choose the guy a notch below them in the looks category. New research reveals couples in which the wife is better looking than her husband are more positive and supportive than other match-ups.

The reason, researchers suspect, is that men place great value on beauty, whereas women are more interested in having a supportive husband.”

Da HuffingtonPost