Vabbé, allora ditelo

La soap opera continua…

Il trapano è tornato in azione. Ora ai lati del portone sono presenti due targhe terribili, non più con il simbolo dei partiti inquilini del palazzo, ma con la semplice dicitura del nome. Scritte terribili, su sfondo bianco. A sinistra c’è quella del Pd, in nero. A destra quella della Margherita “Democrazia è libertà”, in blu con la “è” rossa.

Separati in casa e anche sul portone, quindi, visto che prima stavano dallo stesso lato. Una toppa peggiore del buco. E di toppa si tratta, perché le due targhe attualmente visibili sarebbero solo transitorie in vista della realizzazione di due nuovi cartelli in ottone.

(dagospia, via francescocosta.net)

Se non fosse abbastanza chiaro, davanti alla sede del PD, non c’è la targhetta del PD…

La bella politica e le targhe alterne

La storia intera la trovate qui.

ps Almeno su questo DS e DL di Sava sono avanti. NON i socialisti autonmisti che la loro insegna ancora ce l’hanno.

(grazie a Francesco Costa)