Giochi di società

Dal feed di Adamo, insegnante, su FF:

sono uscite 4 ore fino a novembre che certamente finiscono a novembre nella scuola A. 18 ore fino a fine mese che non si sa se finiscono a fine mese nella B, x ore a me incognite nella scuola X a me incognita. l’avente diritto NUM1 tiene in ballo queste ore nelle tre scuole e per decidere aspetta domani, quando sono assegnate le 3 lontane ma annuali nella scuola C. allora mi chiamano per darmi le 18 ma si scordano di chiamare quella prima di me, la NUM2. Lei è una mia amica e dico alla scuola che guardi c’è questa ragazza, io sono NUM3. allora chiamano lei e lei ci pensa fino a domani, perché intanto è l’avente diritto per le 4 che sono state nel frattempo rifiutate da quella prima. Fin qui ci siamo? A questo punto aspettiamo di sapere qual è la terza scuola X a noi (num2,num3 incognita) per sapere se NUM1 le prende o le rifiuta. Se Num1 le prende, allora Num2 prende le 18 solo se vengono prorogate e io ottengo 4 fino a novembre. Se Num2 lascia le 18 per le 4 le 18 vanno a me e sono un’arma a doppio taglio, perché nel frattempo qualsiasi altra supplenza lunga non mi tocca più. In sostanza è un gioco di tattica spaventoso.

Basterebbe solo questo

Oggi non c’è nessuno che perdendo il lavoro non venga aiutato dallo Stato. C’è la cassa integrazione per i precari, così come per i lavoratori a progetto“. Silvio Berlusconi a Porta a Porta (04/06/09).
Si stima che 1,6 milioni di lavoratori dipendenti e parasubordinati non abbiano diritto ad alcun sostegno in caso di licenziamento“. Mario Draghi all’Assemblea della Banca d’Italia, Considerazioni finali (29/05/09).
Questa è un’informazione di Draghi che non corrisponde alle cose che emergono dalla nostra conoscenza della realtà italiana”Silvio Berlusconi, Radio anch’io (05/06/09).