Non se ne capisce più la dritta

Su Manduriaoggi, a proposito della recente riunione tenutasi in prefettura, la posizione del comune di Sava viene allineata a quelle dei comuni contrari allo scarico a mare previsto dall’attuale progettazione.

Il Comune di Sava, rappresentato dall’assessore Ivano Decataldo, ha fatto notare la necessità di avere al più presto il depuratore, ma ha anche espresso la propria comprensione verso le preoccupazioni dei comuni che si estendono sino alla costa e che traggono dal turismo una fetta consistente di risorse della propria economia.
A favore del progetto, così come è stato firmato, restano quindi solo la Regione Puglia (rappresentata dall’assessore alle Opere Pubbliche Amati) e l’Acquedotto Pugliese (rappresentato dai tecnici De Risi e Andriani e dal direttore della sede di Taranto Salinari).

Assessore, ci illumini…

Aggiornamento: sul sito del Comitato di Salute Pubblica c’è un resoconto dell’incontro, ma non chiarisce un punto secondo me importante, almeno politicamente: la posizione ufficiale del Comune di Sava.
Favorevole o contrario?

Annunci