Vediamo quanto valgono

Oggi pomeriggio è convocato il consiglio comunale per discutere della proposta dalla minoranza di istituzione del registro comunale per le dichiarazioni di testamento biologico.

Intendiamoci: la legge attuale, approvata dal governo Berlusconi, rimane una legge fascista e liberticida, visto che uno non può disporre nemmeno del proprio corpo, ma con l’istituzione del registro comunale almeno si può evitare di andare dal notaio per la sottoscrizione delle proprie volontà sui trattamenti medici di fine vita.

Detto ciò, convocare un consiglio comunale per un solo punto è una minchiata, ma a questo punto non presentarsi sarebbe anche peggio. Manco a dirlo,  pare questa l’ipotesi più probabile.