Ah, già

Per la cronaca, sono usciti Pasquale Calasso e Carmela Serio, entrano Gaetano Lomartire e Giuseppe Saracino.

Per l’UDC non so. il nuovo assessore è Cosimo Raho. Auguri a tutti e tre.

E della riunione di sabato?

Mi chiedono cosa sia scaturito dalla riunione di maggioranza di sabato scorso: per quello che ne so, niente.

I tre dissidenti hanno confermato la costituzione del gruppo unico, motivata dalla necessità di “dare una svolta all’operato dell’amministrazione”, “di non dare nulla per scontato”, e “di valutare i provvedimenti amministrativi nell’interesse unico dei cittadini”, bla bla bla… insomma, il solito argomentario trito e ritrito dei consiglieri che vogliono contare di più e tenere sotto scacco la maggioranza.

Naturalmente si guardano bene dal chiedere la testa di qualcuno, vogliono soltanto “essere maggiormente coinvolti nei lavori della giunta”.

Il che è ancora peggio, perché se le reali richieste non vengono fuori, è impossibile qualsiasi chiarimento duraturo, e si continuerà a vivere alla giornata. Insomma, il copione delle amministrazioni Fasano e Agusto, pari pari.

Infine, sulla delega da assegnare al Dr. De Marzo, il Sindaco avrebbe chiarito che il rimpasto delle deleghe sarebbe rimasto un fatto interno al PD. Prevedo riunioni fiume al partito.

Arrivano i nostri

Come in un film western arrivano i rinforzi quando i buoni sono circondati dagli indiani e sembrano ormai pronti ala resa, così il Pd arriva a soccorrere un’amministrazione in apparente difficoltà.

Come previsto, il Partito Democratico rinuncia alla delega al Bilancio Finanze e Programmazione, che passa al sindaco Maggi, e ottiene per l’assessore Serio la creazione di un assessorato nuovo di zecca, in cui confluiscono Attività Culturali, Turismo, Pari Opportunità, Tutela e valorizzazione dei beni paesaggistici.

In più, viene data una rimpolpata ulteriore alle deleghe degli altri assessori: Gianni De Santis, già assessore all’Urbanistica, Informatizzazione e Agricoltura, ora ottiene anche Finanziamenti Comunitari, mentre al vice-sindaco Ariano (Ecologia, Personale e Affari Generali) viene affidata la delega alle Politiche del Lavoro.

Una piccola pioggia di deleghe e incarichi anche per i consiglieri comunali: a Lacorte la delega per la redazione del PUG, ad Antonio Buccoliero la delega all’Arredo Urbano, al Verde Pubblico e al Risparmio Energetico, a Spagnolo l’incarico di portavoce dell’amministrazione comunale, infine Cosimo Pichierri sarà il capogruppo.

Tutte le questioni più spinose, o quasi, sono ora sotto la diretta responsabilità del Pd: dal piano regolatore, al servizio rsu e differenziata, al risparmio energetico della pubblica illuminazione, alla questione LSU, sempre più esplosiva,

Ora il Pd ha tutta la corda che voleva, il difficile sarà non impiccarsi.

Bella mossa, Sindaco!

BigHorn.jpg