Il caso del giorno, da molti anni a questa parte

Tre mesi fa su Facebook viene pubblicato il video della triste storia di un nostro concittadino accampato con la compagna disabile e incinta in una casa di campagna sulla via per la stazione. Senza porte, finestre, acqua corrente né luce.

Da pochi giorni abbiamo saputo che la coppia si è separata, e mentre la donna è ospite di alcuni conoscenti, il nostro concittadino, che d’ora in poi chiameremo G., è di nuovo senza tetto, accampato in un immobile fatiscente occupato abusivamente.

Cosa è successo nel frattempo?

Continua a leggere “Il caso del giorno, da molti anni a questa parte”

Annunci

Dlìn dlòn!

Questo pomeriggio alle 18:00 in seduta pubblica nella sala consigliare del Comune di Sava, si riuniscono in seduta congiunta le commissioni consigliari Servizi Sociali e Affari Generali per l’esame del Regolamento delle Unioni Civili che verrà presentato per l’approvazione in consiglio comunale sabato 16 marzo alle ore 9:00.

 

 

Maggiori approfondimenti su Democraticamente

Sono andato a visitare l’istituto Regina Elena, “Le suore bianche”.

Tristezza.

no, non è Famila

casa_disabili

E’ la casa-alloggio per disabili sulla via per Manduria, in contrada Tostini, che è ormai in via di compleamento.

Aldilà dell’aspetto, che ricorda più un ipermercato che una struttura dei servizi sociali, si tratta di una struttura unica in tutto il nostro distretto, che garantirà un suporto alle tante famiglie savesi e non toccate dalla disabilità.

E’ un progetto nato nel 2002… giusto per dare un’idea della velocità con cui vengono realizzate le opere pubbliche a Sava.

Continua a leggere “no, non è Famila”

Servizi sociali

Comunicazione importante:

da molti anni a Sava esiste nel bilancio comunale un capitolo destinato al rimborso delle spese mediche e  farmaceutiche per i pazienti affetti da cancro. E’ una possibilità  non troppo conosciuta nemmeno dagli addetti ai lavori, per cui negli anni è capitato a volte che gli stanziamenti fossero eccedenti rispetto alle richieste.

E’ sufficiente conservare scontrini e fatture e consegnare il tutto alla fine dell’anno corredato da una domandina, unitamente alla certificazione della patologia.

Una vergogna in meno

Domani mattina l’Assessorato ai Servizi Sociali di Sava, grazie alla caparbietà e all’impegno del funzionario responsabile, dott.ssa Cavaliere, trasferisce tutti gli uffici nella struttura dell’istituto Regina Elena in piazza Risorgimento. Finalmente.

Sino ad oggi, gli uffici dell’assessorato sono stati sistemati in una deprimente struttura al primo piano senza ascensore.