Come siamo messi

Stasera in tv il confronto fra i cinque candidati del centrosinistra a guidare l’Italia. l’immagine qui sotto è presa dal sito ufficiale del PD.

Il confronto è stato organizzato e sarà trasmesso dal canale satellitare SkyTg24, ma potrà essere visto anche in chiaro su Cielo, il canale di Sky Italia sul digitale terrestre. Il dibattito sarà visibile anche online in streaming sul sito Sky.it e su quello ufficiale delle primarie del centrosinistra, che si chiama “Italia. Bene Comune”. Potrà essere visto anche su tablet e smartphone attraverso l’applicazione SkyGo per gli abbonati alla piattaforma satellitare.

20121112-161431.jpg

Annunci

Esportare il modello Genova

Dal casino, magari nasce qualcosa di buono

4. Il Foglio dice che Bersani avrebbe chiesto ai leader  di Idv  e Sel – Di Pietro e Vendola – di non presentarsi alle primarie contro di lui e loro sarebbero orientati ad accettare. Un’ipotesi che nelle intenzioni dovrebbe rendere ‘bulgaro’ il consenso per il segretario Pd, in realtà potrebbe aprire un’autostrada a qualsiasi candidatura alternativa a quella dell’apparato.

Ecco, se dal mondo del centrosinistra italiano ne uscisse una decente entro due o tre mesi, l’effetto Pisapia-De Magistris- Zedda- Doria tracimerebbe dalle città a tutto il Paese.

E, chissà, potrebbe essere la volta che si vince.

L’ha presa bene, tutto sommato

Il sindaco di Genova uscente Marta Vincenzi, su Twitter, all’indomani della sconfitta alle primarie del centro-sinistra.

Un tavolo a tre gambe

Schermata 02-2455969 alle 14.12.10

Standing ovation

Parlando di primarie, ma più in generale del Pd, Francesco Costa tira fuori questa gemma:

E quindi in realtà persino l’utilizzo del termine dibattito per descrivere quello che accade dentro il PD è improprio. Salvo qualche eccezione, non è un dibattito: è una guerra livorosa tra gente che pensa il peggio l’una dell’altra, i veltroniani dei dalemiani, i dalemiani della societàcivile, la societàcivile dei dalemiani, i vendoliani dei bersaniani, i dipietristi dei bersaniani, i dalemiani dei dipietristi, i vendoliani dei bersaniani. Tutti sempre pronti a brandire dichiarazioni e articoli di giornale contro i propri avversari, senza farsi troppi scrupoli e soprattutto senza farsi troppe domande.

(credits to the socia)

 

Il Pd esiste

Ma solo ad Avetrana, pare.

Si sono tenute oggi 26 Dicembre 2010 le primarie del centrosinistra per la scelta del candidato sindaco. I contendenti erano due, il già sindaco e consigliere Provinciale Conte e la dott.ssa Petracca alla sua seconda uscita elettorale dopo le provinciali 2009.

[…]

Conte dovrebbe ottenere secondo fonti ufficiose tra l’85 e il 90% mentre Petracca starebbe tra il 10 e il 15. Sarà quindi Conte che sfiderà il candidato del centrodestra alle prossime elezioni per il rinnovo del consiglio comunale

 

Un attimo di défaillance

Io Bordone lo stimo, eh, ma una simile analisi delle primarie pugliesi non la scriverebbe nemmeno la sorella di D’Alema, se ce n’ha. Siamo al livello di chi oggi sostiene che la trovata della leggina ad-personam è stato solo lo stratagemma inventato da Emiliano per sottrarsi alla candidatura e sostenere così l’amico Vendola.