Ieri sera, in TV

flaviapLa vigilia di Ferragosto cosa c’è da guardare in TV? Sport, naturalmente. Oddio, su rai due c’era Calendar Girls, che la socia mi diceva essere molto carino, ma vuoi mettere?
Così ho prima gioito per la vittoria di Flavia Pennetta, e il suo ingresso nella top ten WTA, poi mi sono rovinato la serata guardando in differita l’ignobile, invereconda e umiliante sconfitta con la Francia per le qualificazioni agli europei di basket. Una partita da vergognarsi, davvero. Perdere si può, e con chi è più forte viene pure naturale, ma guardare quelle maglie azzurre vagare come fantasmi senza idee, senza energie né voglia né orgoglio, con il linguaggio del corpo di chi vorrrebbe essere ancora in vacanza, è stato davvero avvilente.
E così, per la prima volta dal 1961 (ma allora fu per scelta), l’Italia non giocherà gli europei.

A pensar male, con quel che segue

Emilio Fede improvvisamente ritrova la memoria, e qualcuno pensa che non sia per caso…

Ma quanto sono noiosi Civoli e Bagni?

Io le partite della nazionale di solito non le guardo proprio, se non sono i mondiali. Solo che stasera sono di turno, e i due televisori due della casa di donnna Giulia trasmettono imperterriti Italia-Eire. Alla fine, mi ero deciso a guardare la partita col solo scopo di tifare “Froza Italia” senza dovermene vergognare, dopo tanto tempo.

Niente da fare, ‘sti due non si possono proprio sentire.

Il meraviglioso mondo del tg2

Fra le notizie di apertura del tiggì, la morte di un operaio che puliva le vasche di un’azienda dolciaria.

La sovraimpressione recita:

“Ragusa: morte nel cioccolato”

Addendum

Sempre a proposito di Ballarò, e della puntata di ieri sera, siccome nessuno è perfetto mi viene una domanda:

ma Floris dove l’ha trovata lo sociologa di ieri sera? Nelle patatine? Quella che “Gli italiani vogliono salvare Alitalia”

Io in tutti i sondaggi che ho visto, per quello che possono valere, ho sempre visto maggioranza bulgare a favore di chi dice che tanto vale farla fallire questa benedetta “compagnia di bandiera”. Probabilmente, la stragrande maggioranza di quelli che con questi hanno volato almeno una volta.

sondalitalia.png

Ballarò

Puntata molto interessante, quella di questa sera. Si parlava di Alitalia, e grazie alla sobrietà ed alla correttezza degli interventi, la discussione è scorsa in modo pacato e misurato. Certo che invitare Letta e Scajola, e non Di Pietro e Gasparri, aiuta.

In ogni caso la mia opinione me la sono fatta: se Alitalia fallisse, sarebbe un vero dramma per 20000 persone.

Per tutti gli altri, sarebbe molto meglio.

maxt.jpg

La stagione del disimpegno

Dopo la prima, ecco un’altra rivoluzione mattutina: niente più omnibus. Meglio charlie’s angels, su retequattro.