Altro che inglese

L’Istituto I.T.I.S. Del Prete ha organizzato un progetto finanziato dalla Unione Europea che ha consentito a due classi dell’istituto di studiare inglese all’estero in due scuole di Dublino e Londra. Sabato pomeriggio, nel laboratorio urbano mediterraneo di via Macello, si è tenuta la manifestazione conclusiva del progetto, con la partecipazione del direttore della scuola di Dublino partner dell’iniziativa.

Inutile dire che in tanti abbiamo sottolineato l’importanza di conoscere le lingue, e l’inglese in particolare.

Ci ho ripensato questa mattina, quando ho ricevuto questo biglietto.

Appunto per le linee programmatiche di mandato da Imperatore del Mondo

Aggiungere :

  • Abolizione della SIAE

 

 

Con le parole del sommo poeta

(grazie a Dino, su fb)

Balle spaziali

Tutti i giornali riportano della straordinaria scoperta che alcune particelle, i neutrini, sembrano muoversi a velocità maggiore della luce,  in apparente contrasto quindi con la teoria generale della relatività di Einstein.

Come ormai avrete letto un po’ ovunque, un esperimento che si chiama Opera avrebbe osservato un fascio di neutrini percorrere la distanza tra il CERN e il Gran Sasso (730 chilometri) impiegando 60 miliardesimi di secondo in meno di quanto ci avrebbero messo viaggiando alla velocità della luce (ovvero 2,4 millisecondi). Siccome c’è questo piccolo dettaglio che la velocità della luce, secondo la teoria della relatività di Einstein, è un limite fisico invalicabile, capite bene che la conclusione della faccenda è piuttosto sconvolgente.

In realtà, per chi ha vissuto negli anni ’80, non è proprio una novità.

Update:  se Mel Brooks non vi fa ridere, magari ci riesce il nostro ineffabile ministro Gelmini. Ecco la sua dichiarazione:

Rivolgo il mio plauso e le mie più sentite congratulazioni agli autori di un esperimento storico. Sono profondamente grata a tutti i ricercatori italiani che hanno contribuito a questo evento che cambierà il volto della fisica moderna.
Il superamento della velocità della luce è una vittoria epocale per la ricerca scientifica di tutto il mondo. 

Alla costruzione del tunnel (sic!) tra il Cern ed i laboratori del Gran Sasso, attraverso il quale si è svolto l’esperimento, l’Italia ha contribuito con uno stanziamento oggi stimabile intorno ai 45 milioni di euro. 

Inoltre, oggi l’Italia sostiene il Cern con assoluta convinzione, con un contributo di oltre 80 milioni di euro l’anno e gli eventi che stiamo vivendo ci confermano che si tratta di una scelta giusta e lungimirante”.

ArtESapori, gioie e dolori

Dopo aver chiuso la provinciale per Torricella/Lizzano per Mudù, e la provinciale per Francavilla per Miss Italia, ci si può stupire che venga chiusa la statale per Lecce per la manifestazione di domani sera?

In pratica, chi sventuratamente si troverà ad attraversare Sava domani dalle 19 in poi, all’altezza di piazza San Giovanni verrà dirottato su via Garibaldi, poi su via Flavio Gioia, da qui su via XI Febbraio e quindi al “monumento”, dove, svoltando a sinistra, potrà finalmente riprendere la strada per Manduria.

Evvai.